Project Description

Stromboli

L’isola di Stromboli

La più lontana e la più orientale delle Eolie. Gli antichi la chiamarono Strongyle, (la rotonda).
Da visitare il piccolo centro, situato intorno alla sabbiosa punta Lena dove si arriva sbarcando a Ficogrande o a San Vincenzo, che formano un unico abitato.

Il secondo centro abitato, Ginostra, è un piccolo paesino lungo la costa sudorientale raggiungibile unicamente via mare. Il paese, che conta una trentina di abitanti, si distende su un ripido pendio in cui le poche case, tutt’oggi, mantengono l’architettura eoliana tradizionale intatta.

È importante dire che Stromboli è che l’unico vulcano in Europa ed uno dei pochi al mondo in attività eruttiva permanente. Il suo vulcano è alto circa 920 metri e i fondali sono molto profondi (1200 m.). I suoi abitanti sono soliti chiamarlo “Iddu” (Lui), a dimostrare che il vulcano è parte di loro, come una persona o un’entità molto cara, quasi a voler esorcizzare il fatto di abitare ai piedi di un vulcano attivo.

Il paesaggio marino dell’isola è ricco di grotte, tra cui la grotta di Eolo. Caratteristici sono anche lo Strombolicchio, scoglio a nord che si eleva ripido per 56 metri sul mar Tirreno, e la Sciara del Fuoco, ripida parete lungo la quale scivola il materiale incandescente finendo nel mare.Quest’ultima, da vedere di notte, è raggiungibile solo via mare.

Di notte, i suoi bagliori intermittenti si possono scorgere a grande distanza. E’ per questo che l’isola è stata definita “Faro del Tirreno”.